Progetto MARE COMUNE


 

Codice progetto: 2016-PIR-00158

 


Combattere la povertà educativa attraverso un sostegno concreto alle famiglie. Ma.Re. Comun.E -Mamme in Rete per una Comunità in Evoluzione è un progetto socio educativo rivolto ai bambini da 0 a 6 anni residenti nei quartieri Brancaccio e Settecannoli

 

L'ipotesi progettuale intende implementare attività volte a integrare elementi chiave quali:

  • attivazione di una rete territoriale che metta in contatto le famiglie, le scuole, i servizi socio-sanitari e il terzo settore;

  • l’integrazione di servizi scolastici quali prolungamento orario e attività extrascolastiche pomeridiane;

  • il potenziamento delle condizioni di accesso ai servizi scolastici con l'ausilio delle mamme delle famiglie vulnerabili che saranno impegnate nello staff di progetto;

  • servizi per la prima infanzia e per la maternità adottando un approccio multiservizio (servizi educativi, sanitari, sociali, culturali, consultori, ecc..) nell’ottica di una presa in carico globale;

  • la formazione delle mamme e degli operatori sociali;

  • l’attivazione di un Centro per Famiglie e Bambini che sarà il centro fisico anche della rete territoriale in cui sarà attivato un babyparking-tagesmutter;

  • il sostegno economico per le famiglie beneficiarie anche attraverso beni e servizi.

 

Il Comune di Palermo è partner del progetto. “Uno dei 12 progetti promossi per il contrasto alla povertà educativa - afferma l'assessore alla Cittadinanza Solidale Giuseppe Mattina - Intendiamo così rafforzare reti territoriali per stare accanto alle famiglie perchè diventino risorse concrete per chi abita nel territorio. Senza una rete non si verifica un reale cambiamento».

Come afferma la Presidente dell’Associazione capofila “Vogliamo dare ossigeno al territorio contro la povertà educativa. Il progetto si articola attraverso lo svolgimento di diverse attività scolastiche ed extra-scolastiche; d'iniziative socio educative, di aggregazione ludiche e ricreative; di laboratori e visite attraverso il prolungamento dell'orario scolastico, l'istituzione del servizio mensa, scuola e campi estivi, e servizi di accompagnamento a casa dei bambini. Nell'ambito del progetto viene istituito, oltre al centro per famiglie e per bambini anche un centro d'ascolto, uno sportello rosa, uno spazio puericultura e un centro mediazione familiare”

 

La Conferenza di presentazione del progetto si è svolta a Palermo il 25/09/2018 ore 10,30 presso l'ex Real Fonderia alla Cala.

 

http://ctrl-c.cc/?dMOmVGcjwjFH8khk6MOmwgYl9IijXJOHEjkF4kfGVmHg2I2I3Mkf5KcIrM9m6mrlommKajBl4J5L4MqLLKAJ1JOJRJWI5K3Jwl8LNMHkOIpjlmaL6L82aK1FR7Uja0

 


Il partenariato è ampio e in possesso di specifiche e differenti competenze per garantire il raggiungimento degli obiettivi progettuali.

  • ASSOCIAZIONE DI VOLONTARIATO ANIRBAS (Soggetto capofila)
  • EUROSOFIA
  • ASSOCIAZIONE AIF
  • ASSOCIAZIONE CULTURALE ARTHESIA
  • CENTRALE VALUTATIVA S.r.l
  • CENTRO DI VOLONTARIATO "CAMMINO D'AMORE"
  • DIREZIONE DIDATTICA STATALE "CAVALLARI"
  • DON GIUSEPPE PUGLISI
  • IL TESORO RITROVATO

 


Obiettivo generale dell’azione è il rafforzamento delle competenze e delle dinamiche della Comunità Educante al fine di contrastare la povertà educativa.

L’intero progetto si sviluppa intorno alla consapevolezza che un singolo intervento è meno efficace di uno sistemico. Occorre un’azione sinergica tra (docenti, genitori, familiari, operatori sociali,

La comunità educativa (scuola, famiglia, società) è intesa come il luogo deputato alla crescita rassicurante dei minori ma, nel contempo, supporta anche le fasce più deboli e svantaggiate, affinché possano scoprire potenzialità e risorse per lo sviluppo ed il cambiamento, concepito come processo generativo, che produce qualcosa di nuovo, di creativo rispetto alle conoscenze, ai modelli, alle procedure precedenti, ma che va inserito in un quadro cognitivo, affettivo, relazionale equilibrato.

L’intervento ha quindi una duplice direttiva, ovvero il rafforzamento delle competenze e lo sviluppo di nuove abilità dei principali attori della comunità educante (genitori e docenti).

DESTINATARI

I destinatari delle attività sono due:

  • Genitori

Massimo 20 mamme (per ciascuna annualità), selezionate tra tutte quelle che hanno manifestato la loro disponibilità a partecipare alle attività formative e a far parte dell’associazione nascente, in possesso dei requisiti previsti dalla manifestazione di interesse.

SCARICA PROGETTO

  • Docenti ed operatori sociali

Docenti della D.D. “F.S. Cavallari” e degli altri istituti scolastici presenti nel quartiere Settecannoli e Brancaccio, nonché operatori sociali delle associazioni di volontariato, parrocchie, enti di promozione sociale.

SCARICA PROGETTO


  • 1) Corso "Promozione e organizzazione attività ludico-ricreative rivolte all'infanzia"
    • Durata: 144 ore (ovvero 72 ore per ciascuna annualità)
    • Destinatari: Genitori
  • 2) Corso "Gestione dei conflitti e comunicazione efficace"
    • Durata: 48 ore
    • Destinatari: Operatori sociali
  • 3) Corso "Gestione dei conflitti e comunicazione efficace"
    • Durata: 48 ore
    • Destinatari: Docenti

  

METODOLOGIE
Le metodologie utilizzate sono volte a favorire l’acquisizione di conoscenze, competenze, strumenti culturali e operativi. In particolare la metodologia utilizzata si basa sul “blended learning”, che prevede la combinazione di:

  • attività affidate ad un docente da svolgere in presenza
  • attività in autoapprendimento

Il blended learning è una metodologia tesa a valorizzare sia i punti di forza della formazione in presenza che le specificità della formazione a distanza.
Per quanto riguarda le metodologie da utilizzare nel corso degli incontri in presenza, si prediligono: Brainstorming, Cooperative learning, Studio di casi, Learning by


   
Last modified: Monday, 17 June 2019, 9:50 AM