Viviamo nell’epoca dei “nativi digitali” e ci sorprendiamo del fatto che i bambini, sin da piccolissimi, dimostrano una propensione ed una capacità di adattamento alle nuove tecnologie, che permeano il quotidiano, molto più degli adulti.Viviamo nell’epoca dei “nativi digitali” e ci sorprendiamo del fatto che i bambini, sin da piccolissimi, dimostrano una propensione ed una capacità di adattamento alle nuove tecnologie, che permeano il quotidiano, molto più degli adulti.Essere nativi digitali non equivale a dire che le giovani generazioni sono in possesso delle competenze connesse al digitale. La tecnologia può essere una valida alleata nel processo di crescita dei minori, ma è necessario sempre “filtrare” gli strumenti ed educare ad un utilizzo consapevole e corretto.La scuola deve necessariamente cambiare i ritmi e le pratiche didattiche, rimaste ancorate a modelli che precedono la mutazione innescata dalle nuove tecnologie in cui i ragazzi sono immersi.Prensky denunciava: “il problema più grande affrontato dall’educazione oggi è che i nostri insegnanti, Immigranti Digitali, che parlano un linguaggio obsoleto (quello dell’era pre-digitale), incontrano difficoltà ad insegnare a una popolazione che parla una lingua completamente nuova”.La scuola deve affrontare la dura sfida di trasformare i nativi digitali in “consapevoli digitali”, che significa innescare un processo di assunzione di responsabilità ed approccio critico al digitale.

Obiettivo generale:

  • Sviluppare le Competenze Digitali, sfruttare i vantaggi e comprendere i pericoli di un utilizzo della tecnologia incontrollato, per una corretta gestione della trasformazione digitale applicata al contesto scolastico

Obiettivo generale:

  • Sviluppare le Competenze Digitali, sfruttare i vantaggi e comprendere i pericoli di un utilizzo della tecnologia incontrollato, per una corretta gestione della trasformazione digitale applicata al contesto scolastico

Obiettivi specifici:

  • Conoscenze: la trasformazione digitale, metodi di insegnamento alternativi alla didattica frontale tradizionale; l’impatto sui cittadini digitali e sulle nuove relazioni tra alunni-docenti al fine di migliorare le problematiche relazionali
  • Competenze: saper sensibilizzare i giovani allo sviluppo di una cultura digitale per la corretta gestione della realtà quotidiana, per un uso “sano”, critico e consapevole del digitale; sapere utilizzare metodi di insegnamento/apprendimento alternativi che sviluppano il pensiero divergente e creativo, l’apprendimento cooperativo
  • Abilità: essere in grado di promuovere negli studenti un maggiore sensibilità al tema dell’Educazione digitale tramite pensiero critico, diagnostica e metodi risolutivi delle cosiddette “dipendenze”
  • Trasformazione digitale e cittadini digitali: come sono cambiati gli alunni diventando cittadini digitali: bisogni e nuove modalità di comportamento
  • Trasformazione digitale e cittadini digitali: come sono cambiati gli alunni diventando cittadini digitali: bisogni e nuove modalità di comportamento
  • Digital literacy: le modalità di utilizzo della tecnologia digitale al fine di strutturare attività in classe grazie alla corretta gestione delle informazioni
  • Valutazione: stimare l’autorità, controllare lo spam e le fakenews, ecc
  • Organizzazione: mappe mentali, google drive, gestione dei database
  • Collaborazione: google drive e altri strumenti
  • Comunicazione: video-editing, visualizzazioni efficaci per le presentazioni
  • Educazione digitale: principali rischi legati all’utilizzo delle nuove tecnologie (dipendenze tecnologiche) come, ad esempio, il cyberbullismo, disturbi dell’attenzione ecc.
  • Competenze digitali: le nuove modalità di comunicazione legate alla privacy, copyright, le social media policy e, più in generale, alla rete, per la prevenzione dei rischi.
  • Metodo di apprendimento innovativo basato sullo sviluppo della creatività, l’apprendimento cooperativo grazie al lavoro di gruppo orientato al problem solving e lo sviluppo del pensiero critico applicato ai rischi e alle opportunità del digitale

Il corso si svolge in modalità e-learning.Il corso si svolge in modalità e-learning.Le lezioni registrate possono essere riviste in qualsiasi momento, collegandosi alla piattaforma Eurosofia ed accedendo con le credenziali ricevute attraverso il nostro sito https://www.eurosofia.it/

Il corso ha una durata massima di 4 mesi dall'attivazione dello stesso.

Docenti scuola infanzia, Docenti scuola primaria, Docenti scuola secondaria I grado, Docenti scuola secondaria II grado, Dirigenti scolastici, referenti di istituto, funzioni strumentali, figure di coordinamento. Il corso si rivolge anche a tutti i professionisti che lavorano nell’ambito scolastico o educativo e che sono interessati ad aggiornare le proprie competenze.

Requisiti per l'adesione:

Copia Bonifico - Carta docente - Carta di credito

Per procedere con l'iscrizione al corso è sufficiente cliccare su LOGIN, se già iscritto ad un corso eurosofia, oppure su REGISTRATI se mai iscritto ad un corso eurosofia. 

(opzionale)
(opzionale)

Categoria

PREZZO
100,00€
 CONVENZIONE
€50
DURATA
40 ore
MODALITÀ
ON-LINE
TERMINE ISCRIZIONE
SEMPRE APERTE
Eurosofia ©2019. All Rights Reserved